"Il percorso italiano per l’Agenda 2030 è ancora un pò in ritardo, nonostante segnali incoraggianti.

Sono necessarie strategie condivise, politiche integrate, azioni concrete e un’informazione all’altezza del compito.

E' importante sottolineare un crescente impegno della società civile, delle imprese e da qualche tempo del mondo della finanza; la nostra società, anche grazie al recente impegno dei giovani, ha ormai preso coscienza dei problemi che abbiamo di fronte e domanda interventi urgenti, che operino una giusta transizione ecologica: in questo scenario, i media hanno un ruolo molto importante, decisivo, di formazione e accelerazione nel centrare i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile."

 

Massimiliano Pontillo - Direttore Eco-Media


News

Eco–Media Academy: venerdì 23 luglio il secondo appuntamento 23/7/21

L’ambiente e lo sviluppo sostenibile hanno un impatto rilevante sul pubblico dei mezzi di comunicazione di massa, interessando una vasta gamma di aspetti legati alle istituzioni nazionali e locali, all’economia, alla società.

Lo scorso 25 giugno il primo appuntamento firmato “Eco-Media Academy”, promosso da Pentapolis Institute, parte integrante di un ricco programma di cinque corsi gratuiti di giornalismo ambientale e comunicazione sostenibile. Leggi

Report Spiagge 2021 Legambiente, sempre più stabilimenti e lidi 22/7/21

Le spiagge italiane sono sempre meno libere e sempre più occupate da lidi e stabilimenti. Le concessioni balneari registrano un incremento del +12,5% con oltre  il 50% delle aree costiere sabbiose sottratte alla libera e gratuita fruizione. Allo stesso tempo preoccupa l’avanzare dell’erosione costiera oltre ai tratti di costa non balneabili che riguarda circa il 46% delle coste sabbiose e che si sta accentuando a causa della crisi climatica. Leggi

Nell’anno della pandemia gestite 478mila 817 tonnellate di rifiuti elettrici 22/7/21

Quasi 30 sono i punti percentuali che separano la raccolta dei rifiuti elettrici ed elettronici dal target che l’Europa ha fissato al 65% dell’immesso al consumo. Il 36,8% di raccolta dei RAEE nel 2020 non basta ad allineare il settore di gestione dei rifiuti elettrici agli obiettivi vincolanti dell’Ue. Eppure, nell’anno della pandemia, il Centro di Coordinamento RAEE non si è fatto trovare impreparato. Leggi

 



Von der Leyen: «Stop alle auto a benzina del 2035», chi inquina pagherà 21/7/21

Stop alle auto a benzina o diesel dal 2035, prezzo da pagare per le emissioni prodotte da traffico e riscaldamenti, comparto aereo e marittimo chiamati a far la loro parte, tasse più elevate sui carburanti fossili. Sono le misure che più saltano agli occhi tra le proposte contenute nel pacchetto «Fit for 55» (Pronti per il 55%) presentato ieri dalla presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen e vari commissari. Leggi

Riscaldamento globale, il troppo caldo uccidemar20lug2021 IPCC 13/9/21

Le stagioni intermedie con temperature miti sono ormai solo un ricordo alle nostre latitudini, e gli eventi climatici estremi si fanno invece sempre più frequenti. Gli effetti del riscaldamento globale sono sotto gli occhi di tutti, con un progressivo aumento delle temperature che interessa tantissime parti del mondo. Leggi

Venezia: con sostenibilità è "più antica città del futuro" CO2 10/9/21

Sostenibilità, è questa la chiave per rendere Venezia "la più antica città del futuro". L'evento Strategy innovation forum, ideato da Carlo Bagnoli, docente di strategia a Ca' Foscari, vuole porre l'attenzione sulla città, di recente candidatasi a capitale mondiale della sostenibilità. Leggi



Il costo della plastica: di questo passo sarà di 7 mila miliardi di dollari al 2040 9/9/21

Se non si fa qualcosa, il costo della plastica prodotta nel 2040 avrà un impatto di settemila miliardi di dollari, l’85% della spesa sanitaria mondiale nel 2018. Mentre già oggi il costo della sola plastica prodotta nel 2019 è di 3.700 miliardi di dollari per la per società, l’ambiente e l’economia. È una cifra che supera il Pil dell’India. Leggi

Clima, l’estate del 2021 la più calda in Europa da 30 anni 8/9/21

L’estate del 2021 è stata la più calda che l’Europa abbia visto negli ultimi 30 anni. Lo ha reso noto l’osservatorio Europeo sul clima Copernicus, spiegando che la temperatura media registrata sul Vecchio Continente tra giugno e agosto è stata di un grado superiore alla media del periodo 1991-2020. Leggi

Nucleare, al via il seminario sul deposito nazionale dei rifiuti radioattivi 7/9/21

Si concluderà il 15 dicembre. A seguire si aprirà la seconda fase della consultazione pubblica, della durata di trenta giorni, durante la quale potranno essere inviate eventuali ulteriori osservazioni e proposte tecniche finalizzate alla predisposizione e alla pubblicazione della Carta nazionale aree idonee (Cnai). Leggi



Cerca nel sito:


 

 

 

 

Vuoi rimanere aggiornato?

Clicca qui sotto: