"Il percorso italiano per l’Agenda 2030 è ancora un pò in ritardo, nonostante segnali incoraggianti.

Sono necessarie strategie condivise, politiche integrate, azioni concrete e un’informazione all’altezza del compito.

E' importante sottolineare un crescente impegno della società civile, delle imprese e da qualche tempo del mondo della finanza; la nostra società, anche grazie al recente impegno dei giovani, ha ormai preso coscienza dei problemi che abbiamo di fronte e domanda interventi urgenti, che operino una giusta transizione ecologica: in questo scenario, i media hanno un ruolo molto importante, decisivo, di formazione e accelerazione nel centrare i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile."

 

Massimiliano Pontillo - Direttore Rapporto Eco-Media


News

Birol (Aie): ecco la roadmap per le emissioni zero. E i timori post-pandemia 15/1/21

La prima roadmap mondiale per raggiungere emissioni nette zero entro il 2050. La realizzerà l'Agenzia Internazionale per l'Energia che conta di pubblicarla il prossimo 18 maggio con il titolo The World's Roadmap to Net Zero by 2050.  Lo ha annunciato ieri Fatih Birol, direttore esecutivo della Aie (Agenzia internazionale dell'energia) nel corso di un incontro con la stampa internazionale. Leggi

 

Mobilità sostenibile, l’Italia investe ancora troppo in combustibili fossili 14/1/21

Dei bus immatricolati nel 2019, solo il 5,4% è a zero emissioni. Legambiente: “Serve un cambio di passo”. L’Italia è in forte ritardo sugli investimenti in mobilità elettrica. A rivelarlo, un nuovo studio di Transport & Environment, ONG ambientalista e promotrice della campagna Clean Cities, a cui collabora anche Legambiente. L’analisi prende in esame 17 Paesi europei ed evidenzia la percentuale di immatricolazione di nuovi autobus a zero emissioni. Leggi

Terna: dalle rinnovabili il 38% dell’elettricità consumata in Italia 13/1/21

Terna, la società che gestisce la rete elettrica nazionale ad alta e altissima tensione, documenta timidi progressi per le rinnovabili italiane nell’anno della pandemia: durante il corso del 2020 la richiesta di energia elettrica è stata soddisfatta per il 38% da fonti energetiche rinnovabili (Fer), in crescita rispetto al 35% raggiunto nel 2019. Dalle fossili è dipeso il 51% degli approvvigionamenti, mentre il rimanente 11% è arrivato dall’estero. Leggi

 



Wwf, cancellati 43 milioni di ettari di foresta in 13 anni 12/1/21

"La deforestazione continua a ritmi vertiginosi", in 13 anni, tra il 2004 e il 2017, un'area forestale grande come la California, circa 43 milioni di ettari, è stata cancellata: l'agricoltura per soddisfare la domanda del mercato globale rimane la prima causa. Lo rivela un nuovo studio del Wwf "Fronti di deforestazione: cause e risposte in un mondo che cambia". Leggi

Recovery plan, 68,9 miliardi alla rivoluzione verde e transizione ecologica 11/1/21

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera alla proposta di Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr). Il testo passerà ora alla Camera dei deputati e al Senato per essere valutato. Le risorse previste per il varo e la messa in pratica del Piano sono pari a circa 210 miliardi di euro: 144,2 miliardi finanzieranno nuovi progetti, mentre i restanti 65,7 miliardi serviranno per portare a termine progetti già avviati. Leggi

Con foreste Ue ben gestite si raddoppia assorbimento CO2 8/1/21

Se gestite in modo più sostenibile, ogni anno le foreste della Ue potrebbero assorbire il doppio dell'anidride carbonica: si passerebbe dai 245,4 milioni di tonnellate di CO2 all'anno ad un potenziale di 487,8 milioni tonnellate (circa equivalenti alle emissioni annuali della Francia). Lo rivela uno studio commissionato da Greenpeace Germania all'istituto indipendente di ricerca "Natural Forest Academy". Leggi



L’appello del Comitato capitale naturale 7/1/21

La drammatica pandemia da SARS-CoV-2 che sta modificando il nostro mondo ci obbliga a riflettere seriamente sulla situazione mondiale che abbiamo ormai prodotto e che gli scienziati ritengono costituisca un nuovo periodo geologico, l’Antropocene, a dimostrazione di quanto l’intervento umano abbia ormai profondamente modificato le dinamiche e l’evoluzione dei sistemi naturali sulla Terra. Leggi

Superbonus e bonus casa, bonus idrico 6/1/21

La tanto attesa proroga del superbonus 110% ha deluso in parte le aspettative: anziché il prospettato allungamento di due anni, è arrivato uno spostamento dei termini al 30 giugno 2022, che diventa 31 dicembre 2022 solo per i lavori che a giugno 2022 sono conclusi al 60%. Inoltre, si è deciso che la parte di spesa sostenuta nel 2022 dovrà essere recuperata in 4 rate anziché in 5. Leggi

L’Italia fa acqua… ma il governo approva il “bonus idrico” 5/1/21

Che utilità può avere un bonus per incentivare la famiglie a “risparmiare le risorse idriche” se il nostro sistema idrico perde 2,5 miliardi di metri cubi di acqua all’anno (dati Istati, 2018)? La domanda è lecita mentre assistiamo al via libera dell’ennesima agevolazione senza che si metta in conto una misura infrastrutturale seria come le associazioni ambientaliste (e non solo) chiedono da anni. Leggi



Cerca nel sito:


Gli appuntamenti

 

Il 17 dicembre dalle 9.30 alle 13.30 in diretta streaming il Rapporto Eco-Media 2020

 

 

Vuoi rimanere aggiornato?

Clicca qui sotto: