"Il percorso italiano per l’Agenda 2030 è ancora un pò in ritardo, nonostante segnali incoraggianti.

Sono necessarie strategie condivise, politiche integrate, azioni concrete e un’informazione all’altezza del compito.

E' importante sottolineare un crescente impegno della società civile, delle imprese e da qualche tempo del mondo della finanza; la nostra società, anche grazie al recente impegno dei giovani, ha ormai preso coscienza dei problemi che abbiamo di fronte e domanda interventi urgenti, che operino una giusta transizione ecologica: in questo scenario, i media hanno un ruolo molto importante, decisivo, di formazione e accelerazione nel centrare i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile."

 

Massimiliano Pontillo - Direttore Eco-Media


News

Conai: “L’anno scorso l’Italia ha avviato a riciclo il 73,3% degli imballaggi” 21/7/22

“Nel 2021 l’Italia ha avviato a riciclo il 73,3% degli imballaggi immessi sul mercato: 10 milioni e 550mila tonnellate”. Lo ha annunciato ieri CONAI, il consorzio nazionale imballaggi: “Una percentuale in leggera crescita rispetto al record del 2020, in cui si era toccato un livello di avvio a riciclo che sfiorava il 73%, e un risultato che supera abbondantemente il 65% di riciclo totale chiesto dall’Europa ai suoi Stati membri entro il 2025”. Leggi

Il crollo sul ghiacciaio della Marmolada è solo l’ultimo e più drammatico episodio 20/7/22

Nessuno poteva sapere quando e dove, ma la cronaca di quello accaduto sul ghiacciaio della Marmolada è una tragedia più che annunciata e per questo ancor più grave e dolorosa. Quanto accaduto corrisponde agli scenari e agli avvertimenti che climatologi e glaciologi diffondono da anni insieme alle associazioni ambientaliste. Leggi

Siccità: 2022 il più caldo di sempre con 45% di piogge in meno 20/7/2022

È quanto emerge dallo studio presentato da Coldiretti all’Assemblea Nazionale dell’Anbi, con la presentazione del piano invasi contro la siccità elaborato congiuntamente dalle due organizzazioni.

“Uno stravolgimento che pesa sulle coltivazioni, con una siccità che ha causato danni importanti nelle campagne". Leggi

 



Tassonomia verde, il Parlamento Ue dice si a gas e nucleare 19/7/22

Non è passata la mozione per il no presentata da Verdi europei, Ppe, Sinistra, S&D e Renew. Occorreva la maggioranza assoluta, ossia il voto contrario di 353 eurodeputati, per costringere la Commissione Ue a ritirare o emendare la sua proposta. Alla vigilia del voto a Strasburgo Kiev ha chiesto di dare via libera all'atomo. Leggi

 

L’economia circolare e la raccolta differenziata in Italia: al via l’Ecoforum 2022 18/7/22

L’economia circolare e la raccolta differenziata in Italia, questi i temi al centro della IX edizione dell’Ecoforum. L’appuntamento, organizzato da Legambiente, La Nuova Ecologia e Kyoto Club, ha visto la presentazione del sondaggio Ipsos “L’Italia e l’economia circolare”, che ha mostrato come il 70% degli intervistati creda che l’economia circolare e le energie rinnovabili possano contrastare l’aumento delle bollette. Leggi

Economia circolare: il nuovo corso Eco-Media Academy per giornalisti il 24 giugno 24/6/22

L’economia circolare rappresenta il nuovo modello di sviluppo industriale basato sul riuso, riciclo, riutilizzo e condivisione di materie già esistenti. E’ per questo che il V corso Eco-Media Academy sarà dedicato proprio all’argomento in questione e, come sempre, anche alle modalità per la diffusione di un’informazione sempre più green. Leggi



In 100 giorni di guerra la Russia ha guadagnato 93 mld di euro 23/6/22

I Paesi europei continuano a essere tra i principali finanziatori della guerra di Putin in Ucraina con le loro massicce importazioni di combustibili fossili da Mosca.

I dati aggiornati al 3 giugno dal centro di ricerche finlandese Crea (Centre for Research on Energy and Clean Air), mostrano che nei primi cento giorni di conflitto la Russia ha ricavato 93 miliardi di euro dalla vendita di gas, petrolio e carbone. Leggi

Depurazione, le sanzioni ci costano 60 milioni l’anno. “In corso 97 interventi” 23/6/22

“La sanzione economica elevata contro l’Italia per la mancata depurazione delle acque vale 60 milioni di euro l’anno: una cifra alta, ma secondaria rispetto al dato ambientale. Sei milioni di persone oggi scaricano i reflui a mare, con un anno per l’ambiente enorme, concentrato nelle Regioni del Mezzogiorno”. Leggi

 

Tassonomia, dagli eurodeputati un primo no a gas e nucleare 23/6/22

Martedì 14 giugno, in una riunione congiunta della Commissione per i problemi economici e monetari del Parlamento europeo (Econ) e della commissione per l’ambiente (Envi), i deputati europei hanno bocciato la proposta della Commissione europea di includere l’energia nucleare e il gas nella tassonomia europea, cioè nell’elenco delle attività economiche considerate sostenibili dal punto di vista ambientale. Leggi



Cerca nel sito:


 

 

 

 

Vuoi rimanere aggiornato?

Clicca qui sotto: