"Il percorso italiano per l’Agenda 2030 è ancora un po' in ritardo, nonostante segnali incoraggianti.

Sono necessarie strategie condivise, politiche integrate, azioni concrete e un’informazione all’altezza del compito.

E' importante sottolineare un crescente impegno della società civile, delle imprese e da qualche tempo del mondo della finanza; la nostra società, anche grazie al recente impegno dei giovani, ha ormai preso coscienza dei problemi che abbiamo di fronte e domanda interventi urgenti, che operino una giusta transizione ecologica: in questo scenario, i media hanno un ruolo molto importante, decisivo, di formazione e accelerazione nel centrare i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile."

 

Massimiliano Pontillo, Direttore Eco-Media


News

Eco-Media Academy: il 24 maggio il corso sulla mobilità sostenibile 17/5/24

Secondo appuntamento con i corsi on line di formazione Eco Media Academy per giornalisti il 24 maggio: Green New Deal. Mobilità e infrastrutture sostenibili: tecnologie intelligenti a supporto di servizi integrati. Continua

Torino, al via il G7 a Venaria Reale: accordo tecnico su addio al carbone 10/5/24

Un accordo per uscire dal carbone entro il 2035 con l'Italia pronta a fare da apripista "nel brevissimo periodo". È quanto emerge dalla prima giornata del G7 ambiente, energia e clima alla Reggia di Venaria (Torino) e guidata dalla Presidenza italiana. Continua

L’Italia potrebbe giocare un ruolo importante nello sviluppo dell’energia nucleare 9/5/24

Una nuova speranza si profila all’orizzonte per il nucleare. Il dibattito su questa tipologia di energia è tornato al centro dell’agenda politica a causa del cambiamento climatico e della sicurezza energetica. Continua



Moratoria sarda sulle rinnovabili, per ambientalisti e operatori “un grave passo falso” 8/5/24

“Anacronistica”, “un grave passo falso”, “figlia di un accanimento verso le fonti pulite”: questo il tenore dei commenti delle associazioni ambientaliste e degli operatori eolici, contro la moratoria di 18 mesi ai nuovi impianti Fer approvata con un disegno di legge dalla Giunta regionale sarda. Continua

 

Il 70% dei giornalisti ambientali subisce minacce o pressioni 6/5/24

Più del 70% dei giornalisti di 129 Paesi che si occupano di questioni ambientali afferma di essere stato vittima di minacce, pressioni o attacchi. A lanciare l’allarme è l’Unesco che ha condotto un sondaggio pubblicato in occasione della Giornata mondiale della libertà di stampa. Continua

Direttiva Case Green: per Kyoto Club e Legambiente è un passo importante del Green Deal europeo 3/5/24

Con un position paper redatto congiuntamente, Kyoto Club e Legambiente delineano il contesto complessivo del patrimonio edilizio del nostro Paese e sviluppano una riflessione sulla necessità di recepire a livello nazionale la Direttiva “Case Green” approvata definitivamente dall’Unione europea. Continua



L’Italia del benessere equo e sostenibile: il Rapporto Bes 2023 2/5/24

Come cambia il benessere nel Belpaese? Per rispondere, si possono utilizzare i dati forniti qualche giorno fa dall’Istat e contenuti nel Rapporto Bes 2023 sul benessere equo e sostenibile in Italia e nelle sue regioni. Continua

Energia e clima, all’interno del Def il Governo Meloni boccia il proprio Pniec 30/4/24

Dopo le bocciature incassate da associazioni ambientaliste, d’impresa, Ocse e Commissione europea, il Piano nazionale integrato energia e clima (Pniec) elaborato dal Governo Meloni viene adesso sconfessato dallo stesso esecutivo. Continua

Il devastante costo dei cambiamenti climatici: 38mila miliardi di dollari 29/4/24

Con le temperature medie globali in aumento, i costi dei cambiamenti climatici potrebbero provocare un calo del reddito della popolazione mondiale, che potrebbe raggiungere una diminuzione del 19 per cento entro i prossimi 25 anni. Continua



Cerca nel sito:


 

 

 

 

Vuoi rimanere aggiornato?

Clicca qui sotto: