Gallery

Rapporto Eco-Media 2018. Un estratto

Rapporto Eco-Media 2018 TeleAmbiente


Cerca nel sito:


L'editoriale

L’articolo 21 della nostra Costituzione sancisce “la pienezza dei diritti di ciascuno all’accesso, all’informazione e all’espressione libera delle proprie opinioni e alla possibilità di diffonderle con ogni mezzo”. 

 

L’informazione ha un ruolo decisivo: non è un mestiere semplice, ma è un compito necessario.

 

Comprendere cosa succede e dove siamo, avere una visione d’insieme più ampia e obiettiva possibile costituisce la prima e fondamentale tappa di un percorso culturale per affrontare le sfide che ci aspettano nella rigenerazione di una società che sia più giusta e sostenibile. Oggi ci troviamo di fronte a cambiamenti radicali che necessiterebbero di una guida strategica più lungimirante e responsabile e, invece, continuiamo ad assistere (pressochè indifesi) all’espandersi e intrecciarsi di alcune questioni rilevanti assai critiche: climatica, economica, sociale e proprio quella dell’informazione. 

 

L’informazione è uno dei passaggi fondamentali per la costruzione di un “eco-Rinascimento”, con un ruolo determinante sia nella promozione di un diverso e migliore sviluppo economico sia nel modificare gli atteggiamenti delle persone. 

La sua rilevanza è stata riconosciuta anche dalle Nazioni Unite come la piattaforma necessaria per la riconversione ecologica dell’intero sistema.

 

Nel complesso, si evidenzia però una presenza ancora bassa e discontinua di questi temi nel sistema mediatico. Esiste un problema di priorità: la poca pressione e il non brillante attivismo da parte della stampa “più influente” sulle questioni d’interesse produce una disattenzione della politica, che tende a concentrarsi sulle sollecitazioni maggiormente avvertite dall’opinione pubblica. 

 

E’ da questo scenario che nel 2014 nasce OSA - Osservatorio sullo sviluppo sostenibile e l’ambiente nei media, con l’obiettivo prioritario di stimolare coloro che “governano” il settore dei media, ossia i grandi editori, affinchè le tematiche di sostenibilità non siano solo relegate alle emergenze e ai disastri naturali, ma sappiano cogliere l’elemento di attualità, connettendosi maggiormente con le questioni economiche, e abbiano uno spazio più visibile e costante che possa alimentare un circolo emulativo virtuoso generale.

Massimiliano Pontillo - Presidente Osservatorio Eco-Media


News

Antartide: si è staccato un iceberg gigante, più grande di Londra 11/10/19

Si è staccato dalla piattaforma di ghiaccio Amery un iceberg più grande di Londra. È accaduto in Antartide, dove un blocco di ghiaccio esteso quanto Sydney si è separato dal resto della piattaforma e ha iniziato la sua navigazione “in solitario”. A testimoniarlo le immagini fornite dal satellite ESA (European Space Agency) Copernico “Sentinel 1”. L’iceberg è stato denominato “D-28” e risulta attualmente alla deriva. Continua

Copenaghen, inaugurato il "Copenhill": termovalorizzatore su cui si può sciare 10/10/19

A Copenaghen si può sciare anche senza le montagne. È possibile grazie a un progetto unico al mondo: un inceneritore che ha una pista da sci come tetto. L’impianto è quello di Amager Bakke, molto vicino al centro della capitale danese, ed è uno dei termovalorizzatori più green e all’avanguardia grazie al suo filtro per le emissioni. Continua

Rifiuti a Roma, l'allarme del ministro Costa: «Situazione esplosiva» 9/10/19

Il primo a tirarsi fuori dal caos romano sui rifiuti è Luigi Di Maio. Il leader del M5S ancora una volta si tiene alla larga dal Campidoglio, forte del fatto che con il nuovo governo anche l'atteggiamento dei vertici Pd è più benevolo nei confronti di Raggi. Il ministro Sergio Costa, invece, ufficialmente è in silenzio. Continua



La nuova commissaria europea Kadri Simson: Ue climate neutral nel 2050 8/10/19

La commissione industria, ricerca ed energia del Parlamento europeo ha esaminato Kadri Simson, la candidata dell’Estonia a ricoprire la carica di commissaria Ue all’energia e, a differenza dei candidati dell’Ungheria e della Romania, la 42enne ex ministro degli affari economici e delle infrastrutture del partito liberal-centrista Eesti Keskerakond sembra aver superato l’esame. Continua

 

Asvis, subito una task force per un piano per il lavoro dei giovani 7/10/19

"E' indispensabile la creazione di una task force trasversale e interministeriale per definire un piano nazionale per l'occupazione giovanile in tempi stretti". Così l'Asvis (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile) - nel suo rapporto annuale presentato al convegno "La politica italiana e l'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. A che punto siamo?" Continua

Spreco alimentare, 5 consigli per ridurre quello domestico 27/9/19

I dati FAO sullo spreco alimentare nel mondo sono impressionanti: il cibo che ogni anno non viene consumato e finisce invece tra i rifiuti potrebbe sfamare 200 milioni di persone, senza contare che questa dispersione di risorse costa agli italiani costa circa 15 miliardi di euro. Si stima infatti che quotidianamente nella sola Italia vengano buttate circa 4mila tonnellate di cibo con conseguenze anche sull'ambiente. Continua



Consumo di suolo: 2 m quadrati di nuovo cemento ogni secondo 26/9/19

Nel 2018 sono stati coperti con cemento o asfalto 51 chilometri quadrati di territorio, in media 14 ettari al giorno, 2 metri quadrati al secondo. In particolare nelle aree urbane ad alta densità solo nel 2018 abbiamo perso 24 metri quadrati per ogni ettaro di area verde. Sono questi i dati allarmanti contenuti nel Rapporto 2019 dedicato al consumo di suolo dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra). Continua

Eurostat, l’economia circolare italiana è ferma al 17,1% 25/9/19

L’Ufficio statistico dell’Unione europea riporta la stima che informa su quanto sia davvero circolare l’Europa, ovvero quella relativa al tasso di circolarità: nel 2016 (ultimo ad oggi disponibile) il dato si è fermato all’11,7%. «Questo significa che l’11,7% delle risorse materiali utilizzate nell’Ue proviene da prodotti riciclati e materiali di recupero, risparmiando così l’estrazione di materie prime primarie». Continua

Mattarella firma l’iniziativa per una “maggiore ambizione climatica” 24/9/19

La considerazione del cambiamento climatico come “la sfida chiave del nostro tempo”. “La nostra generazione è la prima a sperimentare il rapido aumento delle temperature in tutto il mondo e probabilmente l’ultima ad avere l’opportunità di combattere efficacemente l’imminente crisi climatica globale. Continua



Gli appuntamenti

Settembre 2019

5/8 > Fiera Sana, Bologna - www.sana.it

12/14 > Milano Green Forum, Milano - www.milanogreenforum.com

16/22 > Settimana europea della mobilità - www.mobilityweek.eu

19 > Forum Economy Roadshow, Firenze - firenze.forumroadshow.it

20/22 > Festival della Statistica, Treviso - festivalstatistica.it

 

 

Vuoi rimanere aggiornato?

Clicca qui sotto:



Partner