Corsi

Nel 2021 nasce Eco-Media Academy, una serie di corsi di giornalismo ambientale e comunicazione sostenibile per avere una visione d’insieme, e un approccio sistemico, saper riconoscere le fonti autorevoli, raccontare fatti e iniziative con uno stile che tenga unite le varie questioni e settori tematici, utilizzando un linguaggio corretto, educando a una nuova narrazione meno spettacolarizzata, e che sappia valorizzare esempi virtuosi. Il giornalista/comunicatore potrà così riportare un’informazione che raccolga le istanze non più in modo confuso e superficiale, sappia anteporre la critica obiettiva al sensazionalismo, preferisca l’approfondimento all’intrattenimento, diventando un esperto qualificato con titoli e competenze specifiche.


Programma didattico 2021

Giugno

 

1) Agenda 2030: il percorso italiano e il ruolo della comunicazione giornalistica

 

Una sfida imponente, quanto imprescindibile. L’Italia, nonostante segnali incoraggianti, sconta ancora un ritardo. Il corso spiega ciò che si sta già facendo e ciò che ancora è necessario avviare, all’interno di una visione di sistema che interessi tutti gli ambiti del Paese. Nessuno escluso.

 

Luglio

 

2) Transizione energetica e media

 

In che modo i mezzi d’informazione percepiscono un tema tanto imponente come quello della transizione energetica? E quale è – o risulta essere – il timbro narrativo scelto nell’economia della narrazione generale? Il corso intende rispondere a queste domande illustrando le potenzialità del racconto e le sue innegabili criticità, in una cornice narrativa spesso contraddistinta da conflitti.

 

Ottobre

 

3) Finanza, etica e sostenibilità: il racconto sui media

 

La comunicazione è una componente fondamentale nella promozione della finanza etica e sostenibile, nel giusto racconto delle differenze tra i due concetti, e nello sviluppo degli investimenti socialmente responsabili. Il corso ha l’obiettivo di fornire un quadro esaustivo così da dotare i giornalisti di un bagaglio di conoscenze utili per un racconto più preciso e sistemico che tenga conto dei vari aspetti caratterizzanti il mondo finanziario

 

Novembre

 

4) Il ruolo della società civile tra le dinamiche conflittuali, la comunicazione e i decisori pubblici

 

In un “ambiente” contrassegnato da una intensa conflittualità, qual’è e quale potrebbe essere il ruolo del Terzo Settore nel racconto della transizione ecologica che il Paese oggi vive? L’associazionismo ha avuto sempre un ruolo importante nel dialogo con i media e con i decisori pubblici. Una vera e propria cronistoria di uno degli ambiti più positivamente percepiti, in termini di fiducia.

 

Il corso intende esaminare anche casi di studio per individuare le caratteristiche peculiari di un processo comunicativo chiaro, trasparente e ben codificabile.

 

Dicembre

 

5) Informazione e ambiente: il Rapporto Eco-Media

 

Tra gli strumenti a disposizione dei giornalisti italiani, dal 2014, c’è il Rapporto Eco Media, unico nel suo genere. Il corso vuole presentare i risultati dell’analisi e del monitoraggio annuale, anche come possibili spunti per orientare la narrazione sul tema.