Corsi

Nel 2021 nasce Eco-Media Academy, una serie di corsi di giornalismo ambientale e comunicazione sostenibile per avere una visione d’insieme, e un approccio sistemico, saper riconoscere le fonti autorevoli, raccontare fatti e iniziative con uno stile che tenga unite le varie questioni e settori tematici, utilizzando un linguaggio corretto, educando a una nuova narrazione meno spettacolarizzata, e che sappia valorizzare esempi virtuosi. Il giornalista/comunicatore potrà così riportare un’informazione che raccolga le istanze non più in modo confuso e superficiale, sappia anteporre la critica obiettiva al sensazionalismo, preferisca l’approfondimento all’intrattenimento, diventando un esperto qualificato con titoli e competenze specifiche.


Programma didattico 2022

 

25 Marzo

1) Agenda 2030: il percorso italiano e il ruolo della comunicazione giornalistica

 

Una sfida imponente, quanto imprescindibile. L’Italia, nonostante segnali incoraggianti, sconta ancora un ritardo. Il corso spiega ciò che si sta già facendo e ciò che ancora è necessario avviare, all’interno di una visione di sistema che interessi tutti gli ambiti del Paese. Nessuno escluso.

 

 

27 Maggio

2) Transizione energetica e media

In che modo i mezzi d’informazione percepiscono un tema tanto imponente come quello della transizione energetica? E quale è – o risulta essere – il timbro narrativo scelto nell’economia della narrazione generale? Il corso intende rispondere a queste domande illustrando le potenzialità del racconto e le sue innegabili criticità, in una cornice narrativa spesso contraddistinta da conflitti.

 

24 Giugno

3) Economia circolare e informazione green

L’economia circolare come nuovo modello di sviluppo industriale basato sul riuso, riciclo e riutilizzo di materie già esistenti. La strada principale per la salvaguardia di un futuro migliore, con cittadini più consapevoli e responsabili.

 

30 Settembre

4) Finanza, etica e sostenibilità: il racconto sui media

La comunicazione è una componente fondamentale nella promozione della finanza etica e sostenibile, nel giusto racconto delle differenze tra i due concetti, e nello sviluppo degli investimenti socialmente responsabili. Il corso ha l’obiettivo di fornire un quadro esaustivo così da dotare i giornalisti di un bagaglio di conoscenze utili per un racconto più preciso e sistemico che tenga conto dei vari aspetti caratterizzanti il mondo finanziario.  

 

28 Ottobre

5) La Smart Community: una nuova narrazione 4.0  

Le città, di piccole e grandi dimensioni, stanno vivendo un periodo di trasformazione. Il contesto sanitario ha accelerato il passaggio a una società sempre più digitale, che necessita di adeguate infrastrutture, ma che tenga conto di esigenze in linea con uno stile di vita più sostenibile, e a misura d’uomo. La transizione ecologica nei territori cittadini necessita di un nuovo racconto, che sappia educare al cambiamento e alla resilienza, capace di creare un circolo emulativo virtuoso a tutti i livelli, in uno spirito di condivisione del bene comune.

 

16 Dicembre

6) Informazione e ambiente: il Rapporto Eco-Media

Tra gli strumenti a disposizione dei giornalisti italiani, dal 2014, c’è il Rapporto Eco Media, unico nel suo genere. Il corso vuole presentare i risultati dell’analisi e del monitoraggio annuale, anche come possibili spunti per orientare la narrazione sul tema.

 

 

Programma didattico 2021

25 Giugno

Agenda 2030: il percorso italiano e il ruolo della comunicazione giornalistica

  

Una sfida imponente, quanto imprescindibile. L’Italia, nonostante segnali incoraggianti, sconta ancora un ritardo. Il corso spiega ciò che si sta già facendo e ciò che ancora è necessario avviare, all’interno di una visione di sistema che interessi tutti gli ambiti del Paese. Nessuno escluso.

23 Luglio

Transizione energetica e media

 

In che modo i mezzi d’informazione percepiscono un tema tanto imponente come quello della transizione energetica? E quale è – o risulta essere – il timbro narrativo scelto nell’economia della narrazione generale? Il corso intende rispondere a queste domande illustrando le potenzialità del racconto e le sue innegabili criticità, in una cornice narrativa spesso contraddistinta da conflitti.